I Bagni Derivativi

Bagni Derivativi

I Bagni Derivativi

Un po’ d’acqua fresca e un guanto da bagno: ecco che cosa occorre per fare un bagno derivativo!

Questa semplice pratica, naturale e gratuita, oltre a consentire un buon funzionamento dell’organismo, permette di espellere scorie ed eccedenze, responsabili di una lunga serie di patologie (cellulite, caduta dei capelli, acne, allergie, asma…).  La digestione produce ogni giorno nel nostro organismo una grande quantità di scorie che devono essere eliminate attraverso le vie naturali e la traspirazione. Ma il nostro stile di vita sedentario e il tipo di indumenti che indossiamo impediscono spesso al nostro intestino di lavorare con regolarità e efficienza. Il risultato è un malfunzionamento generale del nostro corpo, un malessere diffuso.

I bagni derivativi sono un mezzo naturale e semplice per ripristinare le funzionalità del sistema di espulsione delle scorie e generano una serie di effetti garantiti: più energia a nostra disposizione, un sonno migliore, una resistenza maggiore alle infezioni e agli sbalzi della temperatura, un rimodellamento del corpo assolutamente naturale.

France Guillain Il libro “I bagni derivativi” di France Guillain evidenzia un sostegno inequivocabile della ricerca scientifica recente sulle due direttrici principali di tale metodo: regolazione della temperatura interna e azione dei grassi bruni. Queste ultime ricerche permettono di capire perché l’elemento fondamentale di tale tecnica è la frescura nel corso di tutta la giornata. Dieci anni di un’esperienza più approfondita e di successi molteplici hanno permesso di capire meglio nel dettaglio il funzionamento e l’applicazione di questa tecnica. Esperienza che costituisce uno strumento di qualità per tutti coloro che lavorano nel settore del benessere, e può migliorare considerevolmente la vostra vita.

L’autrice prende spunto dalla terapia descritta un secolo fa dallo studioso tedesco Louis Kuhne – chiamata «semicupi con frizioni»: prevedeva l’immersione nell’acqua non solo dei genitali, ma anche dei glutei e, dopo anni di studio e di esperienze professionali (di cui ha già dato conto in un precedente libro di grande successo), giunge a formulare una nuova tecnica dei bagni derivativi, che permette a chiunque di utilizzare senza problemi questo strumento perfetto per il corpo umano, la cui efficacia è paragonabile soltanto a quella del latte materno per il neonato.

Come milioni di persone in tutto il mondo ormai sanno per esperienza diretta, l’esercizio quotidiano dei bagni derivativi, accompagnato da un’alimentazione sana, è un viatico eccellente per ritrovare la salute, il benessere e la vitalità, e per ristabilire il giusto equilibrio psicofisico.

Dall’introduzione:

Il bagno derivativo è una competenza arcaica descritta un secolo fa da Louis Kuhne, in Germania, con il nome di «semicupi con frizioni», anche se, in realtà, non si tratta di immergere glutei e parti intime e frizionarli mentre si trovano in ammollo. Nella catena delle nostre competenze, che va dall'istinto alle competenze acquisite, il bagno derivativo si colloca a metà strada, a livello delle competenze arcaiche, come quelle alimentari, di cui fa parte anche l'allattamento materno dei mammiferi. Il bagno derivativo viene praticato quotidianamente davanti a noi dagli animali...

France Guillain – Diplomata in studi superiori scientifici e letterari, per diciassette anni ha percorso gli oceani in barca a vela in compagnia delle sue cinque figlie. È autrice di molte opere di successo. Con “I bagni derivativi” attualizza le famose ricerche di Louis Kuhne.